I 50 ANNI DI APPC

I 50 ANNI DI APPC

Venerdì 31 maggio si è svolta a Genova, nello splendido scenario del porto antico, ridisegnato da Renzo Piano in occasione dell’expo’ del 1992, la festa per l’anniversario dei 50 anni di appc.

La storia di APPC nasce a Genova, era inevitabile che si dovesse celebrare a Genova questo evento, e che l’onore e l’onere della ricorrenza venisse preso in carico dalla sede genovese .

Il Presidente Vincenzo Vecchio, Il segretario Mario Fiamigi e il Past President Marco Evangelisti, alla presenza dei numerosi dirigenti provenienti dalle sedi di tutta Italia, hanno ripercorso la storia dell’associazione, i momenti salienti che l’hanno vista protagonista delle battaglie fondamentali degli ultimi decenni a tutela della piccola proprietà quali il superamento dell’equo canone, i patti in deroga, la nuova legge per le locazioni abitative, i contratti concordati.

Ma è stata l’occasione anche per guardare a un futuro che è già presente, per porre le basi di una associazione più organizzata e forte in grado di affrontare le sfide del nuovo millennio: la transizione energetica, le case green, la trasformazione urbanistica, la riforma del condominio, un nuovo piano casa ispirato a quello che nel dopoguerra traghettò l’Italia nella modernità.

APPC è già attore protagonista in una stagione in cui l’abitare diventa la parola chiave del dibattito politico ed economico in tutto l’occidente: la pandemia, il cambiamento climatico, la green economy, lo svuotamento dei centri storici, il diritto alla casa delle fasce più deboli, degli anziani, dei lavoratori trasfertisti, degli studenti, dei nuovi immigrati, insieme alle nuove prospettive della domotica, delle smart cities, dei nomadi digitali hanno trasformato e cambiato per sempre il concetto di casa. I piccoli proprietari devono avere un riferimento, una guida, un orientamento in questo mare sconosciuto e procelloso, scongiurare il rischio di naufragio e avere la possibilità di approdare in un porto sicuro che dia nuove opportunità.

Occorrerà anche uno sforzo personale perché ci si dovrà dotare di un background culturale che prima non era così indispensabile.

APPC quindi non solo si pone come principale soggetto di guida e di difesa della proprietà immobiliare ma assume anche il ruolo di formatore culturale dei proprietari attraverso corsi di aggiornamento, webinar, newsletter e tutti gli strumenti informativi che offrono le nuove tecnologie . Un compito fondamentale e gravoso ma che affronteremo con la capacità, la preparazione la serietà che ci ha contraddistinti negli ultimi 50 anni.

LINK: Articolo 50 anni APPC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA


cinque + 20 =